Nutri la tua BELLEZZA – I segreti dell’integrazione alimentare

15 €

COD: NutriBELLEZZA Categoria:

Maria Elena Carrabetta

La pelle è una spia che segnala inesorabilmente le nostre condizioni fisiche e psicologiche. È un organo vivo e sensibile che riflette lo stato di salute generale e gli eventuali squilibri dell’organismo.
In qualità di organo più vasto del corpo, essa costituisce una barriera protettiva dall’ambiente esterno, ad esempio aiutando l’organisno a prevenire la dispersione di acqua in ambienti particolarmente aridi. Lo studioso McMullen, nel suo testo “Antioxidants and the skin”, riporta un’interessante definizione di pelle, secondo cui essa ha come funzione principale quella di dividere lo spazio tra un organismo composto per il 90% di acqua ed un ambiente invece privo di essa.
Ma ovviamente la pelle è molto più di questo.
Il suo studio, per anni trascurato dal punto di vista scientifico, vede oggi la sua rinascita grazie allo sviluppo della scienza e delle tecnologie cosmetiche.
Attualmente della pelle si conosce tutto o quasi, essendo l’organo più bersagliato da test e protocolli scientifici dai risvolti più assurdi; basti pensare allo sviluppo della medicina estetica, che quasi impropriamente strappa la sua definizione addirittura dalla medicina stessa, spaziando su ambiti tra i più discussi anche a livello etico e morale.
Per quanto l’argomento si presti alle più svariate divagazioni, in questo breve compendio si cercherà di spiegare perché la nostra pelle invecchia perdendo idratazione ed elasticità tipica, e in che maniera sia possibile contrastare questo ineluttabile processo grazie all’integrazione alimentare.
È ormai scienza nota che mediante l’assunzione di specifici nutrienti si possa interferire nel processo di invecchiamento cutaneo; si tratterà quindi di descrivere con parole chiare alcuni concetti scientifici basilari, in modo che il lettore possa divenire consapevole che una scelta ponderata mediante l’integrazione quotidiana potrà rendere i meccanismi cellulari più efficienti e stimolati alla loro stessa rigenerazione.

CEC Editore 2017
pp.45