Cosmetic Technology 4 – 2019

Anti-ageing

COD: CT4-2019 Categorie: ,

Editoriale La conoscenza come strumento

Articoli e Review

Valutazione del potere anti ossidante di composti fenolici – Oxitest: una tecnica innovati va nella cosmesi naturale
Evaluati on of the anti oxidant power of phenolic compounds – Oxitest: an innovative technique in natural cosmetics
L. Miori, G. Prosdocimo, L. Pizzato
Il packaging dei cosmetici – Suggerimenti operativi per la valutazione della sicurezza dei prodotti cosmetici
Cosmetics packaging – Operating suggestions for the safety assessment of cosmetic products
D. Aldrigo, A. Caldiroli, M. Camporese
Esposoma e invecchiamento cutaneo – Concetto astratto o approccio concreto?
Exposome and skin aging – Abstract concept or concrete approach?
C. Chiaratti, V. Abbondandolo, F. Agetta, L. Moro, V. Nardo, V. Poletti

Aggiornamenti

Letterature Cosmetologica
Linee Guida Pareri del Scientific Committee on Consumer Safety
Segnalazioni Rapex
Approfondimenti Cosmetici Cosmesi “green” e sostenibilità: la best practice dell’olio di palma sostenibile
Approfondimenti Legislativi Ingredienti costituiti da specie “a rischio di estinzione”
Lab in Hub Invecchiamento cutaneo
Intervista
• Flashpoint: molto più che consulenza regolatoria
• La Saponaria: verso una cosmetica consapevole
Health & Beauty New Generation

Aziende

Ingredienti Res Pharma e DSM • Grant e IMCD • DemBiotech® • Sinerga • Brenntag e Inabata • Chemyunion e Active Box
Cosmetic Corner
Viso e Corpo
Press Release

Notizie

Associazioni AIDECO • Cosmetica Italia
Società scientifiche SICC
Istituzioni Regolamento UE
Pubblicità sotto la lente
Appuntamenti Fiere

CT Flash – Aziende in Cosmetica

Valutazione del potere antiossidante di composti fenolici
Oxitest: una tecnica innovativa nella cosmesi naturale
Luigi Miori, Giacomo Prosdocimo, Luca Pizzato

Il seguente lavoro si pone l’obiettivo di approfondire e analizzare il fenomeno dell’ossidazione nei prodotti cosmetici. Per la valutazione dei tempi di ossidazione è stato utilizzato Oxitest (VELP Scientifica), uno strumento altamente versatile che consente di prevedere la stabilità di un cosmetico all’ossidazione. Dopo opportune valutazioni, è stato impiegato un olio suscettibile all’ossidazione, ovvero un olio che, in tempi brevi, consente di realizzare un numero consistente di analisi. Successivamente sono stati preparati due campioni di crema base (una formulata a caldo e una a freddo) e sono stati analizzati con Oxitest, in modo da comparare il comportamento dell’olio all’ossidazione. Dopo aver osservato le differenze tra i diversi sistemi, l’attenzione si è spostata su vari tipi di antiossidanti comunemente utilizzati in ambito cosmetico, sia di origine sintetica sia di origine naturale. Ognuno di questi è stato sottoposto a Oxitest per creare un database interno contenente i dati riguardanti i relativi tempi di induzione. La terza parte dello studio riguarda la scelta di un antiossidante di origine naturale da testare più approfonditamente, in modo da verificare la sua affidabilità come antiossidante in emulsioni di diverso tipo; la molecola da noi selezionata è l’α-Tocoferolo. Lo studio ha evidenziato che tale molecola, utilizzata comunemente come attivo, è in grado di concorrere con i più noti antiossidanti naturali.

Evaluation of the antioxidant power of phenolic compounds
Oxitest: an innovative technique in natural cosmetics

The following work aims to investigate and analyze the phenomenon of oxidation in cosmetic products. Oxitest (VELP Scientifica) was used for the evaluation of the oxidation times, a highly versatile instrument that allows to predict the stability of a cosmetic to oxidation. After appropriate evaluations, an oil susceptible to oxidation was used: an oil that would allow to carry out, in a short time, a substantial number of analyzes. Subsequently two samples of base cream (one formulated in hot and one in cold) were prepared and we were analyzed with Oxitest, so as to compare the behavior of the oil to the oxidation. After observing the differences between the different systems, attention has shifted to various types of antioxidants commonly used in cosmetics, of synthetic and of natural origin. Each of these was subjected to Oxitest to create an internal database containing the data regarding the relative induction times. The third part of the study, finally, concerns the choice of an antioxidant of natural origin to be tested in more depth, in order to verify its reliability as an antioxidant in emulsions of different types; the molecule we select is α- Tocopherol. The study showed that this molecule, commonly used as an active ingredient, is able to compete with the most famous natural antioxidants.


Il packaging dei cosmetici
Suggerimenti operativi per la valutazione della sicurezza dei prodotti cosmetici
Daniela Aldrigo, Anna Caldiroli, Marina Camporese

La Commissione Packaging Cosmetico dell’Istituto Italiano Imballaggio ha steso un documento (1) con l’intento approfondire il ruolo dell’imballaggio1 nell’ambito della valutazione della sicurezza del prodotto cosmetico confezionato, secondo l’esplicita richiesta del Regolamento (CE) n.1223/2009. Questo articolo intende ripercorrere gli aspetti fondamentali trattati dal documento sviluppato dalla Commissione, considera il fluire della comunicazione da monte a valle e propone un approccio valutativo che tenga in considerazione la carenza informativa che spesso contraddistingue una catena di approvvigionamento lunga e complessa, offrendo alcuni spunti chiave per il percorso valutativo.

Cosmetics packaging
Operating suggestions for the safety assessment of cosmetic products
The Packaging Commission of the Istituto Italiano Imballaggio has issued guidelines (1) in order to investigate the role of packaging in the safety assessment of a packaged cosmetic product, on the basis of the explicit request of the Regulation (EC) n.1223/2009. The purposes of this article are to highlight the key points covered by the Commission’s document, to consider the communication flow from the top to the bottom of the supply chain, and to propose an evaluative approach that will take into account the lack of information which often characterizes a long and complex supply chain, offering a few useful starting points for this assessment.


Esposoma e invecchiamento cutaneo
Concetto astratto o approccio concreto?
Chiara Chiaratti, Valentina Abbondandolo, Francesca Agetta, Luisa Moro, Valentina Nardo, Veronica Poletti

È stato dimostrato che molte patologie non sono principalmente correlate a fattori genetici, ma sono invece le numerose influenze ambientali cui il corpo è sottoposto a determinare una reazione: questo concetto può essere applicato anche all’invecchiamento cutaneo. Il dermatologo Kligman ha infatti definito due tipi di invecchiamento (estrinseco e intrinseco), evidenziando una differenza sostanziale nelle aree sovraesposte all’azione dei fattori ambientali, ossia all’esposoma. Lo studio è stato eseguito tramite l’analisi dei diversi elementi coinvolti nell’invecchiamento della cute ed evidenzia come la cosmesi può essere una valida alleata nella protezione della pelle e nella prevenzione all’invecchiamento. Quale prodotto scegliere, quindi, tra gli innumerevoli presenti sul mercato? In questo studio abbiamo valutato l’efficacia delle formulazioni cosmetiche in esame, al fine di registrarne, misurarne e spiegarne il reale effetto sulla pelle tramite diversi test in vitro e in vivo su volontari.

Exposome and skin ageing
Abstract concept or concrete approach?

It was proved that many diseases are not directly related to genetic factors, but the several environmental influences which the body is subjected to can determine a reaction. This concept can also be applied to skin ageing. The dermatologist Kligman defined two types of ageing (extrinsic and intrinsic), and highlighted a substantial difference in the areas that are overexposed to the actions of environmental factor, namely the exposome. The study was carried out by analyzing different elements involved in skin ageing and shows how cosmetics can be a valuable support to help protecting the skin, and preventing its ageing. However, which products have to be thus chosen among the countless on the market? In this study we evaluated the effectiveness of cosmetic formulations under examination in order to detect, measure and explain their real effect on the skin through several in vitro and in vivo tests on volunteers.