Valutazione dell’efficacia cosmetica in vitro


Valutazione dell’efficacia cosmetica in vitro

Inibizione dell’enzima 5α-reduttasi nel processo di caduta dei capelli

Fabio Amone, Norma Scigliano, Anna Francesca Vattimo, Giuseppe Pulitano

La caduta dei capelli rappresenta una condizione che può influire sul benessere sociale e psicologico di un individuo. La causa più comune è l’alopecia androgenetica (AGA), che è una condizione di caduta dei capelli progressiva determinata geneticamente e che coinvolge la 5α-reduttasi. In questo studio è stato sviluppato un nuovo agente anticalvizie basato sulla tecnologia IPSTiC (Interconnected PolymerS TeChnology), la quale rappresenta una strategia efficace per il rilascio di molecole bioattive. Questo prodotto, IPSTiC Patch Hair, si basa su un blend polimerico composto da acido ialuronico ad alto peso molecolare e proteine della soia, ed è in grado di migliorare l’efficacia e la stabilità di ingredienti bioattivi come l’estratto di foglie di Origanum vulgare, l’estratto di foglie di Camellia sinensis e l’estratto del frutto di Capsicum annuum. L’efficacia dell’agente anticalvizie è stata studiata eseguendo diversi test, tra cui il saggio di inibizione della 5α-reduttasi. Questo enzima è responsabile della conversione del testosterone in diidrotestosterone (DHT), di cui l’eccesso è implicato in vari processi, tra cui l’alopecia androgenetica. In particolare, è stato osservato che l’inibizione della 5α-reduttasi comporta una riduzione dell’effetto androgenico e i risultati ottenuti hanno confermato l’efficacia del nuovo agente anticalvizie nel trattamento topico dell’AGA.

Per leggere l’intero articolo abbonati alla rivista o acquista il singolo numero

by Cec Editore